Annalisa Bari

 

Annalisa Bari, salentina, ha insegnato Italiano e Storia negli Istituti Superiori.

Oggi è pubblicista di saggi letterari e storici su periodici locali.

Per le edizioni Del Grifo ha pubblicato: "Non c’erano le mimose" (2001),  "Diamanti e ciliegie" (2003), secondo classificato nel premio letterario “Fiordibarocco 2007” ,  "Il quarto sacramento", 2005. Con Giulio Perrone Editore, nella collana Lab, ha pubblicato "I mercanti dell'anima" (2007). Con le Edizioni Giuseppe Laterza "Séparé" (2009) e "Legami di sangue - Famiglie e vicende all'ombra di Achille Starace" (2011). Con l'editore Bompiani "Coccarde Rosse - Storia di una brigantessa per caso" (2012). Con la casa editrice Besa "Solo allora cadranno le stelle" (2014).

Ha collaborato con il Nuovo Quotidiano di Puglia con una serie di racconti.

Il romanzo "Diamanti e ciliegie" è stato inserito tra i testi oggetto di studio nel convegno “Salento da leggere, proposte di lettura ed esperienze didattiche tra ‘600 e  ‘900”, tenutosi a Lecce presso l’Università del Salento (dipartimento di Filologia, Linguistica e Letteratura) il 19 e 20 aprile 2007.

Con il romanzo "Séparé" è stata ospite in Rai nella trasmissione "Uno mattina" del 16 giugno 2010. Ha partecipato, inoltre, al "3° Festival della Letteratura Femminile" di Narni il 19 settembre 2010.

I romanzi "I mercanti dell'anima" e "Separé" il 21 ottobre 2010 sono stati protagonisti di una serata culturale a Bruxelles organizzata dal Monte dei Paschi del Belgio, con la presentazione del giornalista Lorenzo Robustelli, corrispondente italiano a Bruxelles.

I libri di Annalisa Bari già da alcuni anni vengono proposti nelle scuole, medie e superiori, come oggetto di laboratorio di lettura e scrittura.